Tu sei qui: Home Prodotti e Servizi Fotovoltaico SCAMBIO SUL POSTO

Scambio sul posto

scambio sul posto

Attraverso la Delibera n. 74/06 e seguenti l’Autorità per l’Energia Elettrica definisce le “Condizioni tecnico/economiche del servizio di scambio sul posto dell’energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili di potenza nominale non superiore a 200 kW”, ovvero definisce le regole attraverso cui viene regolamentato un contratto di scambio energetico tra il Gestore dei Servizi Energetici ed il produttore di energia rinnovabile.

In sostanza la delibera definisce che l’energia prodotta attraverso fonte rinnovabile e ceduta al gestore della rete (in quantità non superiore a quella prelevata) sarà remunerata ad un prezzo pari al prezzo di acquisto della stessa relativo alla fascia di produzione.

Facendo un esempio, un produttore di energia elettrica che attraverso il suo impianto fotovoltaico cede alla rete 10 kWh riceverà un equivalente in denaro corrispondente al costo di quanto pagherebbe al gestore 10 kWh assorbiti dalla rete.

Un impianto con potenza superiore ai 20 kW si configura come Officina Elettrica, pur potendo usufruire del servizio di scambio sul posto fino a 200 kW.

Per taglie superiori s’impone la necessità di vendere, al libero mercato o usufruendo del“Ritiro Dedicato” l’energia elettrica prodotta in eccesso rispetto ai consumi istantanei.

Il regime di Scambio Sul Posto/Ritiro Dedicato non è più cumulabile con il regime di Conto Energia e la decisione relativa a quale opzione attivare rimane in carico all’utente, funzionalmente al tipo di utilizzo che intende fare dell’energia prodotta